Federico Bernardeschi ha parlato ai microfoni di Sky Sport per presentare la prossima sfida di campionato contro il Genoa. E, indirettamente, ha parlato anche del suo passato in viola: “Io sto bene, la squadra sta bene. Sono stati tre giorni di lavoro intensi e stiamo cercando di recuperare la forma per farci trovare pronti. Ho sempre detto che l’obiettivo era lavorare con umiltà e sacrificio e cercare di fare ogni giorno un passo in avanti. Ci sto riuscendo per ora, ci sono altri sei mesi da disputare alla grande per arrivare a conquistare tutti gli obiettivi prefissati”.

“Non ho mai avuto dubbi. Quando le due società mi hanno comunicato la possibilità di arrivare alla Juve ho detto sì senza problemi. Ognuno la pensa diversamente, bisogna prendere le decisioni migliori per sé stessi. La scelta più giusta per la mia carriera e il mio futuro era venire qui”.

“Con le assenze ci sarà ovviamente più spazio, dovrò farmi trovare pronto. Gioco dove il mister vuole. Mi piacerebbe fare il trequartista moderno ma so bene che un giocatore moderno deve adattarsi alla squadra. Non è più come una volta, più ruoli sai interpretare e meglio è”.

 

Comments

comments