Il titolo è indubbiamente una provocazione, ma anche oggi abbiamo letto di come Badelj, centrocampista fondamentale per Paulo Sousa, possa lasciare la Fiorentina già a gennaio se non si trova un accordo sul rinnovo di contratto. Nulla di più falso e vi spieghiamo perché.

Motivazioni semplice e tra l’altro ribadite anche spesso dal direttore generale della Fiorentina Pantaleo Corvino. In primo luogo è bene ricordare come il contratto di Badelj scade a giugno del 2018, non proprio fra pochi mesi, e il rinnovo di contratto verrà discusso nei prossimi mesi, in questo momento non è assolutamente una priorità. Se il centrocampista croato dovesse lasciare Firenze lo farà la prossima estate, sempre ammesso che Badelj voglia questo, come tra l’altro ribadito un mese fa proprio dal croato, che dal ritiro della sua nazionale ha detto di come sia impossibile un suo addio alla Fiorentina a gennaio e di come si trovi bene a Firenze rinnegando le dichiarazioni del suo procuratore.

Altro motivo per cui Badelj non lascerà assolutamente la Fiorentina a gennaio è che il centrocampista è uno dei punti cardine della squadra viola, uno di quelli di cui Paulo Sousa proprio non vuole rinunciare, e fortunatamente a gennaio la Fiorentina si trova ancora in corsa per i tre obiettivi stagionali dunque un suo addio sarebbe davvero un autogol soprattutto per Paulo Sousa.

In pratica oggi parlare di Badelj via a gennaio vuol dire scrivere e rivelare una fesseria. Magari è vero che il Milan voglia il giocatore, che Montella lo abbia chiesto, ma in questo momento il giocatore non si muove da Firenze. Tra l’altro sia in casa Milan, che in casa Inter (le due squadre di cui parlano di più i media come prossime destinazioni di Badelj) hanno problemi societari più profondi e quindi a gennaio in entrata potranno fare davvero poco.
Flavio Ognissanti

Scarica l’APP di Labaro Viola per Android e per iOS

Comments

comments