“Se a Firenze vinci 4 a 0 ti chiedono perché non hai vinto 5 a 0”. Così parlò Nils Liedholm allenatore della Fiorentina dal 71 al 73, il maestro di calcio raccontò in una sola frase i tifosi viola.

Ieri la Fiorentina ha vinto a Bologna per uno a zero. Primo tempo fantastico della squadra viola, secondo tempo Borja Valero e compagni non hanno chiuso la partita ma hanno amministrato il vantaggio senza mai concedere mezzo tiro in porta al Bologna.

A fine partita i tifosi viola non sono però stati molto soddisfatti. Motivo? Avrebbero voluto il secondo ed il terzo gol. Vero che, non avendo chiuso la gara, la gara è sempre stata in bilico nel punteggio ma la squadra viola ha avuto il merito di aver tenuto sempre in mano il pallino del gioco, non concedendo mai nessuna occasione al Bologna, la squadra di Donadoni non ha mai nemmeno potuto tentare il pareggio perché non ne ha mai avuto la possibilità.

Se questa partita l’avesse vinta la Juventus ad esempio, a fine partita si sarebbe detto “Grande Juve, gioca, segna e poi nel secondo tempo amministra il vantaggio”. Ma nel caso della Fiorentina i commenti dei tifosi e di molto addetti ai lavori sono stati altri.

Il primo tempo viola è stato fantastico, gol, occasioni, due legni colpiti e pieno dominio. Soprattutto nel primo tempo si è vista la miglior Fiorentina della stagione. Nel secondo tempo i viola hanno deciso di amministrare il vantaggio con un possesso palla chirurgico e avendo anche qualche occasione per raddoppiare. Il difetto della partita di ieri è stato dunque indubbiamente quello di non aver chiuso la gara, andava fatto un altro gol per potete giocare in completa libertà e spensieratezza. Vincere e segnare aiutano sempre.

Questo però non è stato fatto. Giusto che si faccia notare questa pecca nella gara di ieri ma non è giusto che si sminuisca questa vittoria dove si è vista finalmente una squadra con un’identità, con un gioco e con modulo e giocatori finalmente al posto giusto e liberi di potersi esprimere al meglio delle proprie caratteristiche.

Considerato che la partita di mercoledì è finita a mezzanotte, considerando che si sono perse tantissime energie mentali nella gara contro il Crotone. Considerato che si trattava della terza partita in sei giorni.

La verità è che in questo momento in casa viola sembra che nulla può andar bene e tutto si debba per forza criticare eccessivamente. Anche una vittoria senza concedere nè un tiro nè un occasione da gol alla squadra avversaria.

Vincere aiuta a vincere. E in questo momento servono vittorie per tornare a sorridere.
Flavio Ognissanti

Scarica l’APP di Labaro Viola per Android e per iOS

Comments

comments