Astori: “Ci servono 5-6 rinforzi e non c’è molto tempo. Milenkovic mi ha stupito, ho parlato con Kalinic…”

0
497

Dal ritiro in Germania parla il capitano della Fiorentina, Davide Astori: “Ora abbiamo la possibilità di lavorare sette giorni al fresco, c’è un clima migliore rispetto a  Firenze. Ci possiamo concentrare a livello fisico, ieri era importante vincere e abbiamo dato segnali positivi nonostante la fatica. I gol subiti? Meglio prenderli adesso piuttosto che più avanti, li dobbiamo riguardare insieme. Rinforzi? Ce li aspettavamo noi così come la società. Aspettiamo ma non abbiamo molto tempo, sappiamo che ci servono cinque o sei rinforzi. Borja e Vecino alla prima? Bisognava incontrarli comunque (sorride ndr), speriamo che abbiano problemi di ambientamento. Adesso sono avversari.

Milenkovic? Vuole imparare, è serio e lavoratore. Sta imparando l’italiano, ha iniziato bene ed ha prospettive. Cessione più pesante? E’ difficile fare un nome, stiamo rivoluzionando l’undici iniziale. Faccio un nome che è quello di Tatarusanu perché mancherà a livello umano. Neymar? Sono cifre che permetterebbero a qualcuno di comprare due o tre volte la Fiorentina. Va capito meglio il FPF, sembra più fantacalcio che altro. Wolfsburg? Ci saranno due ex come Gomez e Kuba, sono forti. Sarà un test di livello, vogliamo migliorare ciò che abbiamo fatto in Portogallo. Sto bene, mi piace giocare molto perché così trovo subito la forma migliore. Kalinic? Sa quello che vuole fare, ci siamo parlati ma sono chiacchiere fra amici. Giovani? Milenkovic mi ha stupito, pensavo fosse meno pronto e sono stato smentito. Vedrete, ne sentiremo parlare”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui