Cristiano Biraghi, terzino della Fiorentina e della Nazionale, ha rilasciato alcune dichiarazioni di fronte alle telecamere di DAZN. Questa la seconda parte dell’intervista: “Il Fantacalcio? Non mi piace molto, anzi mi stufa. Ho sempre gli amici che mi chiedono di giocar bene”.

Prosegue sul capitolo relativo alla sua vita privata: “I miei amici li vedo poco, è la mia vita reale. Dopo il gol contro la Polonia uno di loro mi ha scritto scherzosamente in dialetto milanese ‘ma cosa hai fatto?!’ e l’ho mandato a cagare…”.

E sul suo particolare rapporto con i minuti di recupero: “È così anche nella vita. I regali di Natale li faccio il 24, se ho un treno da prendere mi presento 10 minuti prima ma all’allenamento arrivo sempre con largo anticipo. A scuola invece ho saltato troppe prime ore”.

Si sofferma poi sul tennis: “Federer o Nadal? Il primo”.

E suoi luoghi della sua vita: “Calugate o Cerrusco sul Naviglio? Calugate”.

Spende alcune parole anche per la figlia: “Victoria mi dice che vuol fare la calciatrice. Non mi va bene”.

E per la sua passione per la musica: “Primo concerto? Vasco Rossi. La mia canzone preferita è ‘Vivere’ mentre la sua prima canzone che ho ascoltato dal vivo è stata ‘Sally’, a San Siro”.

Prosegue poi sul capitolo tatuaggi: “Quale sarà il prossimo? Mia moglie m’ammazza!”.

E conclude: “Se chiederò la maglia a CR7? Ce l’ho già, ma sì”.

Svelando alcuni sogni nel cassetto: “Assist in finale di Champions o gol in semifinale? Assist. Mondiali 2022, finale, quinto calcio di rigore, tiro forte e centrale”.