“Per la gara di Madrid c’è solo da fare i complimenti ai ragazzi. È stata una partita bellissima, difficile da vedere. Avrebbe meritato di andare avanti per altri trenta minuti per tutti gli appassionati di calcio. Ora basta parlarne però, perché c’è Juventus-Sampdoria e una settimana con partite importanti e difficili».

Massimiliano Allegri vuole dimenticare la notte del Bernabeu. Ci sono altri obiettivi da raggiungere: «Siamo concentrati su campionato e Coppa Italia – ha detto durante la conferenza della vigilia -. Le parole di Buffon? Per vent’anni è stato un esempio dentro e fuori dal campo. Non lo condanno, possiamo capire l’esternazione a livello psicologico. Sfido chiunque a non avere una reazione. Gli è stata anche tolta la possibilità di parare un rigore».

SULL’ARBITRO – «L’arbitro ha fatto una buona gara. Purtroppo, come a Monopoli, ha trovato il cartellino degli imprevisti. Nessuno l’ha detto, ma credo abbia valutato male il tempo di recupero perché non c’erano state sostituzioni. E qui chiudiamola con Madrid».

Tuttosport.com