Roberto Lo Florio, agente del regista Sandro Tonali, ha rilasciato alcune dichiarazioni sul suo giovane assistito attualmente in forza al Brescia: “Nuovo Pirlo? Calma, molta calma. Sandro Tonali è Sandro Tonali. Non è il nuovo Pirlo, anzi… Pur avvicinandosi per posizione in campo e carattere, definirlo il nuovo Pirlo è un’etichetta che può solo fare male”.

Prosegue sull’interesse che molte squadre hanno già mostrato per il centrocampista: “Contro lo Spezia c’era a vederlo Gregucci, per conto di Roberto Mancini ed in ottica Nazionale. C’erano l’Inter, la Juventus e anche il Napoli. Nonostante la pressione, Tonali ha fatto una partita straordinaria, questo ragazzo migliora di partita in partita”.

E sul suo futuro: “So che si è parlato di Bologna, ma ad oggi non è una pista percorribile”.

Spende alcune parole anche sul suo arrivo al Brescia: “Ci è arrivato per caso. Lo volevano il Milan e l’Inter, pronte a promettergli un provino da settimane e per settimane ma senza fissarlo definitivamente. Il Brescia invece lo ha testato in 24 ore e preso immediatamente, dopo il suo provino”.

Conclude sulla Fiorentina: “Anche la Fiorentina si è fatta avanti. Personalmente sono convinto che in viola potrebbe conquistarsi il posto in poche partite”.

Prima di fissare il prezzo: “Staremo a vedere: direi 15/17 milioni, forse 20 totali per smuovere Cellino. Il prezzo lo fa il Brescia. Ma non c’è mai stato alcun giocatore valutato così tanto in Serie B, a parte proprio Marco Verratti preso dal PSG per 12 milioni”.