La sua avventura alla Fiorentina è terminata. Facundo Roncaglia, al termine della stagione, lascerà Firenze a parametro zero. Niente era costato, niente ha lasciato in dote l’argentino. Claudio Curti, il suo rappresentante, sta già lavorando al futuro del proprio assistito. «In questo mese decideremo dove andare, in questo momento Besiktas e diversi club cinesi tra cui l’Hebei, società in cui gioca Lavezzi, sono le realtà che più si sono fatte avanti per manifestare il loro interesse. Il tutto senza dimenticare la Bundesliga». Il sogno di Facundo e pure della sua famiglia sarebbe stato l’Italia, ma per il momento pare la pista meno percorribile. Si tratta dell’ultimo contratto importante della sua carriera, ha 29 anni, ed il suo sogno, fisico permettendo, è quello di chiudere la sua avventura nel mondo del calcio là dove tutto è iniziato, nella sua Buenos Aires, sponda Boca Juniors. «Con la Fiorentina non c’erano i presupposti per proseguire nel rapporto, le strade si dovevano separare ed abbiamo accettato con serenità la scelta, condivisa da entrambe le parti. Adesso si apre una nuova avventura e dobbiamo costruirla sotto i migliori auspici». Prima però c’è la Fiorentina. «Sì, perché l’unico pensiero del giocatore, adesso è quello di lasciare la sua squadra il più in alto possibile». Il modo migliore per dirsi addio.

 

Corriere dello Sport – Stadio

Scarica l’APP di Labaro Viola per Android e per iOS

Comments

comments