Adv e tifoseria della Fiorentina: c’è rimasta un’ultima possibilità per tornare insieme. Andrea tocca a te

Una breve analisi su tutta questa situazione che riguarda la Fiorentina ed un invito importante rivolto ad Andrea Della Valle.

0
614

Non è assolutamente questa la prima volta che Andrea Della Valle fa un passo indietro nella Fiorentina a seguito di una contestazione, anche se nella situazione precedente fu il fratello Diego a fungere da mediatore ed a riavvicinarsi allo stadio in prima persona (ve lo ricordate?) per favorire il ritorno di Andrea, mentre stavolta sembra sia proprio lui a lanciargli quel chiaro messaggio: “Ma chi te lo fa fare a rimanere per prendere tutti quegli insulti?”.

Il punto è che la tifoseria viola chiede come prima mossa esattamente l’opposto di quello che Andrea ha annunciato ieri, e cioè di stare più vicino alla Fiorentina, di non perdersi una sola partita in casa neanche sotto tortura (anche se questa cosa in buona parte la fa già), di partire spesso e volentieri pure in trasferta. Di passare una porzione importante di ogni settimana con la sua Fiorentina: insomma per fare un esempio, quello che Adv ha fatto nel pre, durante e dopo la gara con il Sassuolo, dovrebbe diventare la normalità di ogni settimana, anche perchè la maggior parte dei Presidenti di Serie A non stranieri si comporta così. Anzi, un consiglio non richiesto per le ferie: una bella settimana in Trentino a Moena, vicino alla squadra, per spiegare ai tanti nuovi arrivi che ci saranno cosa significhi giocare con la maglia viola addosso e per stare in mezzo ai tifosi e ritrovare con loro il giusto feeling. Bella come idea, vero?

Per questo Andrea, ascolta un innamorato della Viola come me, fai sbollire la rabbia e poi trasforma la Fiorentina in una delle cose principali della tua vita: sono sicuro che in fondo è quello che vuoi anche tu (d’altronde la gestualità, il colore del viso, la tua ansia ad ogni partita dimostrano quanto sia reale il tuo attaccamento), e che permetterebbe a tutto l’ambiente di ritrovare quell’unità, elemento principale per costruire ogni successo. I tifosi vogliono ascoltare la voce del padrone, prima e dopo ogni partita, e non quella di ragionieri o di dipendenti poco bravi nella comunicazione. E poi, sai anche tu che se fossi stato sempre sul pezzo, molti degli errori scellerati commessi dai tuoi sottoposti non ci sarebbero stati.

Se non lo fai, stavolta invece rischi di perdere davvero la maggior parte della tifoseria della Fiorentina, e non solo quei pochi che ti dedicano i cori offensivi. Tanti tifosi pacati infatti stanno cambiando idea e non sostengono più nè te e nè la tua famiglia, ma in fondo vi stanno chiedendo una sola cosa: vicinanza, affetto. Il calcio purtroppo è un ambiente dove di certo non predomina l’educazione, ma credo che questo lo sapessi ancora prima di cominciare la tua avventura alla Fiorentina, quindi anche quando avresti tutto il diritto di rimanerci male, essere permalosi diventa una condanna.

O dentro o fuori Andrea, e stavolta dipende quasi solo da te……

Giancarlo Sali

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.