Martedì 8 gennaio si è tenuta la riunione straordinaria dei Viola Club durante la quale sono state raccolte le opinione di oltre l’85% dei Viola Club affiliati all’ACCVC, per discutere sulla posizione nei confronto delle proprietà. Questo il comunicato dell’ACCVC su Facebook:

“La passione non è venuta meno, non c’è menefreghismo, ma anzi c’è un grande senso di appartenenza e voglia di dimostrarlo. Allo stesso tempo è stata ribadita la libertà di ognuno di contestare purché la contestazione sia civile e costruttiva. Il malcontento, tuttavia, è diffuso e non solo nei confronti della Proprietà. Quindi, proprio perché l’univo vero obiettivo ed interesse da perseguire è il bene della Fiorentina, è stato deciso chi chiedere un incontro ufficiale alla Proprietà per capire cosa intenda concretamente fare per il bene della Fiorentina e restituire il ruolo che le spetta e che in passato, anche con questa proprietà, ha avuto. Durante l’incontro saranno affrontati tutti gli elementi di criticità emersi nella riunione di ieri sera con l’obiettivo di far capire alla Proprietà ciò i tifosi intendo quando si parla de ‘il bene della Fiorentina’. Certi che la società risponda positivamente alla richiesta della tifoseria viola che sarà formalizza con una comunicazione ufficiale diretta, sarà cura dell’Associazione condividere le risposte ottenute. Nel caso, speriamo remoto, che l’incontro non sia accettato, sarà riconvocata in tempi brevi una nuova riunione straordinaria dei Viola Club per decidere se e quali azioni intraprendere per manifestare quanto ‘il bene della Fiorentina’ sia l’unico vero elemento di unione della tifoseria viola che l’attuale proprietà pro-tempore non può certamente tenerne conto. Si può e si deve fare meglio. I tifosi chiedono maggiore e fattivo impegno”.