Cari tifosi viola, mi sono meravigliato che qualcuno non abbia chiesto l’amputazione di un piede del nostro talento, nato e cresciuto nella nostra Fiorentina. Questo non fa altro che cementare l’amore per Federico e per tutta la nostra squadra. Quanto mi piace quando Firenze, in blocco, si mette in guardia contro i poteri forti: in questi casi riusciamo a esternare amore viscerale per il nostro colore viola. 

A Federico dico di parlare con Giancarlo Antognoni e farsi dire quanto è bello a 64 anni essere amato dalla città più bella del mondo, di fare autografi ancora come quando giocava, e per fare tutto ciò bisogna sposarsi con Firenze a vita, esserne la bandiera, il capitano, sentirsi il giglio tatuato sul cuore, nella vita i soldi e i trofei non sono tutto, ed io, caro Fede credo che possa accadere. E tu?

Leonardo Vonci