Il Corsport – Stadio analizza, oggi, la situazione di Jordan Veretout. E’ il centrocampista che non ti aspetti, quello che fin qui ha segnato tre gol, il triplo di Matias Vecino e Borja Valero che in estate gli hanno lasciato il posto. L’ex Saint Etienne ha stupito tutti. Lo ha detto per primo Stefano Pioli che in fin da subito aveva accolto con entusiasmo la trattativa avviata dalla Fiorentina per lui. La scommessa c’era, ma questo campionato lo sta definitivamente consacrando dopo le avventure in Francia e in Inghilterra. Tra i nuovi arrivati è quello con più minuti nelle gambe, 1327, sempre titolare dall’inizio della stagione, sostituito solo tre volte.
Oltre alla continuità di presenze, non ha quasi mai deluso sul piano del rendimento: ha fatto qualche errore di troppo con la Samp, con il Bologna e con l’Atalanta. Male, fin qui, solo col Chievo, reo di non essere riuscito a coprire l’inserimento di Castro sul 2-1 dei veneti. Complessivamente, comunque, la sua media è ben oltre la sufficienza, secondo per rendimento dietro al tandem composto da Pezzella e Chiesa e comunque davanti a Cholito Simeone, il capocannoniere viola. Ora Veretout punta a conquistare le attenzioni di Deschamps: ha già vinto, nel 2013, la Coppa del Mondo con la Under 20, quella di Pogba e Kondogbia, ma ora punta ancora più su. Per i viola e per la Francia.

Comments

comments