La Fiorentina vince la prima uscita contro il Val di Fissa dominando per 7 reti a 0. Ecco i Top e i Flop della partita:

TOP

Gori: Il giovane e talentuoso attaccante della Primavera si mette in luce con due belle reti e un assist, anche se quello che colpisce di più sono i movimenti da bomber di razza, l’altruismo e il veloce gioco di gambe. Se continua a questi livelli, non è da escludere un futuro importante con ma maglia della Fiorentina.

Olivera: un primo tempo di altissimo livello per l’uruguaiano che neI SECONDI 45′ ha anche ereditato la fascia da capitano da Tomovic. Parte forte da terzino sinistro anche se con il lungo andare diventa più un esterno alto. Corre, lotta e si sacrifica, facendo anche più volte partire degli applausi spontanei dal pubblico

Sottil/Maganjic: il primo, grande protagonista del finale della scorsa stagione in primavera, si fa notare con continui inserimenti, tocchi di alta classe e una bella rete sotto la traversa. Il croato nel secondo tempo diventa un vero rapace d’area di rigore e mette a segno due gol di pregevole fattura.

FLOP

Diakhate:  entra dalla panchina nel secondo tempo e dei centrocampisti è quello che sembra meno in condizione. Alcune volte, la lentezza dei movimenti lo fanno sembrare svogliato agli occhi dei tifosi.

Cristoforo: non è un vero  flop (come tutti del resto), cambia posizione rispetto allo scorso anno e si va a posizionare da regista davanti alla difesa. Nonostante la tanta corsa e l’enorme impegno, sbaglia tantissimi passaggi. E’ comunque un ruolo nuovo che il giocatore può, con il lavoro, ricoprire al meglio.

Hagi: stesso discorso di Cristoforo. Non è un vero Flop, anche perché quando tocca la palla s’illuminano gli occhi di tutti tanta è la sua classe. Proprio per questo da lui ci si aspetta sempre qualcosa in più. Tanti giochetti tentati (e falliti) e una quantità industriale di palle perse. Lui è uno degli ultimi arrivati in preparazione e ovviamente, gli perdoniamo tutto.

Comments

comments