Carlo Tavecchio esonera Gian Piero Ventura, ma non si dimette. La notizia arriva al termine della riunione della Figc che si tenuta a Roma e che è durata 2 ore. Nessun terremoto politico, quindi. “Paga” quindi solo il c.t. a cui la Federazione pagherà tutto quello che gli deve da contratto (circa 800.000 netti). L’annuncio ufficiale è arrivato alle 18,20. Nel prossimo Consiglio che probabilmente si terrà il 28 novembre il Presidente proporrà il nome del prossimo selezionatore della Nazionale.

“Ancelotti prossimo c.t.? Assolutamente, non se n’è parlato”. Cosimo Sibilia, presidente della Lega Nazionale Dilettanti e vicepresidente federale, smentisce che nel corso della riunione in Federcalcio si sia parlato della possibilità di affidare a Carlo Ancelotti la panchina della Nazionale. Renzo Ulivieri, il Presidente dell’Associazione Allenatori, si dice dispiaciuto dell’esonero di Ventura: “È un collega e in questo momento di difficoltà sono vicino a Gian Piero. La gara con la Spagna ha segnato questo allenatore. Lui è un allenatore di campo, ha sempre fatto vedere un bel calcio e fossi un presidente di un club farei la corsa per ingaggiarlo. E commenta così la possibilità che Ancelotti possa essere il prossimo c.t.: “Sarebbe la soluzione più facile se fosse possibile, ma non dobbiamo essere obbligatoriamente legati al grande nome. Grande stima nei confronti di Carlo, ma in questo momento non possiamo essere legati a una scelta di questo tipo. Bisogna pensarci bene e approfondire ogni discorso”.

Gazzetta.it

Comments

comments