Marco Sportiello, presente all’evento organizzato da Save the Children, è tornato sulla partita di ieri: “Ieri è andata bene, abbiamo fatto un’ottima gara. Dovevamo cancellare in fretta la prestazione di Verona e ora c’è un’altra battaglia da affrontare. Ogni domenica è una partita a sé. Come dico sempre dovremo giocare la partita della vita, come tutte quelle che dobbiamo affrontare”.

Prosegue sull’impegno viola con Save the Children: “Giocare con il logo di Save the Children è molto importante. Apprezzo il fatto che il mondo dello sport, in questo caso noi Fiorentina, sia vicino a queste persone e noi lo sentiamo ogni volta che entriamo in campo, quando vediamo la maglietta con questa scritta. Consiglio a tutti di venire qui perché si tratta di un’esperienza importante che fa capire molte cose. Siamo persone normali anche se da fuori pensano che non sia così. Per noi è motivo di orgoglio e sentiamo il dovere di aiutare queste persone”.

Conclude con le sue impressioni personali: “In questo percorso mi ha colpito la sofferenza di questi bambini ed è stata un’esperienza importante perché mi ha fatto capire quanto siamo fortunati, da genitore vedere bambini in queste condizioni mi ha colpito ancora di più. Alcuni video non sono nemmeno riuscito a guardarli”.