Ritmi bassi e sfortuna: pari col Palermo (0-0). Lacrime per Pasqual

Gara a tratti soporifera, viola spenti

La Fiorentina impatta contro un Palermo alla disperata ricerca di ossigeno nell’ultima gara stagionale al Franchi: è 0 a 0 al termine di un dominio assoluto viola. Si inizia su ritmi molto bassi, ma al 20’ ecco la prima occasione: Berna crossa in mezzo, ma Kalinic devia debolmente favorendo la parata di Sorrentino. Passano 3’ e questa volta è Zarate a provarci: dribbling secco al limite dell’area e bolide di poco a lato. La gara è un monologo gigliato: il Palermo fa densità davanti alla difesa, cercando di limitare le imbucate che sfociano dal possesso palla dei ragazzi di Sousa. Nella ripresa la Fiorentina meriterebbe di passare: al 58’ Zarate borseggia la sfera e la serve a Kalinic, che da dentro l’area piccola centra il palo alla sinistra di Sorrentino. Esce poi dal campo Manuel Pasqual: standing ovation per lui e lacrime in panchina, per quella che probabilmente è stata l’ultima gara in viola. Il Palermo proprio non vede la porta di Tata e alla mezz’ora ci provano di nuovo Alonso e Kalinic, con due spaccate consecutive fuori di nulla ed il risultato non cambia.

Scarica l’APP di Labaro Viola per Android e per iOS

Comments

comments