Ricordate Vanden Borre? Adesso gioca nella Repubblica Democratica del Congo

Fu preso da Pantaleo Corvino, era considerato una grande promessa del calcio. Il terzino adesso ha cambiato vita...

0
221

Vanden Borre ha soltanto 29 anni e, a dispetto delle numerose stagioni già disputate da titolare in alcuni dei maggiori campionati europei, ha appena deciso di andare a giocare in Repubblica Democratica del Congo. Il terzino belga, infatti, ha firmato solo pochi giorni fa un contratto che lo lega al Mazembe, club che ha vinto cinque volte la Caf Champions League e prima squadra affiliata alla Caf a disputare una finale della Coppa del mondo per club Fifa, poi persa contro l’Inter nel 2010.

Prima della decisione di trasferirsi nel calcio africano, Vanden Borre aveva cominciato la stagione con i francesi del Montpellier, per poi farsi mandare in prestito all’Anderlecht ma senza mai scendere in campo. L’ex difensore della Fiorentina, preso nel 2007 dal direttore sportivo Pantaleo Corvino, ha detto di essere «un ragazzo semplice e onesto, ma il mondo del calcio è duro. I soldi contano più di tutto il resto, è una vergogna. In questo ambiente non mi fido di molte persone, in particolare tra giornalisti e manager. Un sacco di gente mi giudica senza nemmeno conoscermi». La scelta di passare al Mazembe arriva due mesi dopo aver annunciato il proprio ritiro, per mancanza di motivazioni.

Il giorno del suo arrivo, lo scorso mercoledì, oltre 30 mila persone si sono riversate per le strade di Lubumbashi – la seconda città più grande della Repubblica – sperando di poterlo incontrare. Il tutto mentre il difensore girava per la città fuori dal tettuccio di un’auto, con indosso la maglia del Mazembe, sorridente. «Ho sempre sognato di giocare qui, è la terra di mia madre. La mia è stata una scelta di cuore. Chiunque mi conosca, sa cosa questo club significhi per me. Tutti i miei amici sono eccitati quanto me, compreso Vincent [Kompany] che si è congratulato al telefono». Lo stesso Vanden Borre è nato in Congo da padre belga e madre congolese, ma la sua famiglia si è poi trasferita a Bruxelles quando Anthony aveva soltanto cinque anni, a causa dello scoppio della guerra civile.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui