Nel mirino dei tifosi, non potrebbe essere altrimenti, pure il tecnico della Fiorentina Paulo Sousa. Altre quattro partite e sarà divorzio: ma se ogni accusa è lecita, quella di non mettere tutto se stesso nel lavoro sembra invece solo frutto della fantasia. Del resto le brutte figure della squadra sono anche sue. Anzi, soprattutto sue, dato che è l’allenatore. Per questo nei giorni scorsi c’è stato un colloquio fra il portoghese ed i calciatori. «Chi non se la sente di dare tutto in questo finale alzi la mano e lo dica, ed io farò altre scelte» il senso della richiesta. Come è andata? Mani tutte giù, secondo quanto riportato questa mattina da La Gazzetta dello Sport.