Tanto rumore per nulla. Ipotesi, suggestioni, voci, mezze ammissioni, variabili credibili o meno. Era stato lo stesso Pioli gettare l’amo. «Valuteremo delle alternative», aveva detto. Un’esca alla quale hanno abboccato (quasi) tutti. Anche perché, la partita del Bentegodi, aveva lasciato parecchie perplessità. E invece, salvo sorprese, il tecnico viola oggi ripartirà dalla solita Fiorentina. Stessi uomini e, soprattutto, stesso modulo.

Avanti col 4-2-3-1. Con possibili varianti in corsa verso il 4-3-3. Due atteggiamenti simili, e intercambiabili. Anche in corsa. Bastano pochi spostamenti. Qualche metro più avanti, più o meno dentro o fuori dal campo, e si passa da un “abito” all’altro. Molto, in questo senso, dipende dalla posizione di Benassi. Uno di quelli che, ad ora, ha convinto di meno. Eppure, l’ex centrocampista del Toro, anche contro l’Udinese dovrebbe partire dal primo minuto.

 

La Repubblica

Comments

comments