Ivo Pulga, ex allenatore del Cagliari, è stato intervistato da Lady Radio, in vista della importantissima sfida di domenica tra i viola ed i rossoblù. Queste le sue parole:

“Credo che la Fiorentina abbia una squadra giovane, priva di alternative e per lei sarà un campionato tranquillo, di transizione anche in ottica futura con l’arrivo della nuova società: sfiorerà l’Europa. Montella? Non è mai facile tornare in un posto dove si è già stati e per giunta si è fatto bene. L’anno scorso da subentrato aveva fatto male e quest’anno è ripartito ancora peggio, ma adesso si è ripreso e farà, secondo me, un campionato da metà classifica. Lui è l’allenatore giusto per i viola, ma non si può pensare che cambi molto perché non ha l’organico per farlo. Castrovilli? Una pedina importantissima capace anche di fare gol. Si tratta di un grande risorsa per la Fiorentina, sta facendo molto bene: è uno dei migliori giocatori di questa squadra”.

“Cagliari? Il centrocampo è tra i più forti d’Italia. I soldi della cessione di Barella sono stati reinvestiti nel migliore dei modi e la squadra lotterà per un posto in Uefa. L’attacco però è senza alternative visto che senza Simeone sarebbe privo di un giocatore a quel livello. Il reparto arretrato è aiutato sicuramente dal centrocampo che dà interdizione. Non subire gol a Bergamo è un bel segnale, per la Fiorentina non sarà facile. Maran? Lui fu il primo allenatore a farmi i complimenti, è stato un signore. Penso che meriti quello che sta raccogliendo perché è un grande uomo prima che un grande allenatore”.