Il giornalista Enzo Bucchioni si è espresso così, in serata, sull’addio a Pradè e sul ritorno di Corvino (Radio Blu): “Pradè? Abbiamo delle certezze e finalmente possiamo iniziare a prendere delle decisioni. Diego Della Valle ha voluto cambiare ed è stato cambiato. Andrea avrebbe preferito continuare con Pradè, ma ha vinto Diego. Sousa? Cognigni ha detto che Paulo Sousa è il futuro della Fiorentina e punteremo su di lui. In società erano tutti responsabili e allo stesso tempo non lo era nessuno, adesso vedremo se la Fiorentina si riuscirà a muovere in modo meno farraginoso. Andrea Della Valle in questa situazione è contato il giusto, l’ha voluta lui la dirigenza ampliata, ma si sa che è Diego Della Valle l’uomo che decide. Corvino pensa ad una carta a sorpresa? In questo periodo Corvino si è sempre tenuto lontano dalla Fiorentina, adesso che è finita col Bologna inizierà a lavorare per la Fiorentina, quindi non credo che ci siano piani di lavoro già fatti. Corvino conosce molto bene Firenze, questo è un elemento positivo per poter sfruttare tutte le potenzialità della Fiorentina, anche per questo la società ha deciso il ritorno di Pantaleo”.

E, a ruota, ecco anche le dichiarazioni del collega Mario Sconcerti (Radio Bruno): “Stimo Pradè, ma mi fa piacere che torni Corvino. Credo sia il più competente e adatto alla Fiorentina. Torna per fare crescere la squadra, è un progetto diverso rispetto al precedente e sono più incline a questo. Corvino torna, certamente non per fare un dispetto a Cognigni, che credo sia stato scelto come rappresentante della proprietà nell’azienda Fiorentina. Da quello che so, Corvino è al lavoro per i viola da qualche settimana sul mercato. Sousa? Mi meraviglierebbe se non si conoscessero o se non si fossero ancora parlati. Ljajic? Molto dipende da chi gli sta incontro, ma sarebbe un ottimo punto di partenza”.

 

 

Comments

comments