Quando la squadra non va nella direzione giusta inevitabilmente l’allenatore finisce sotto la lente di ingrandimento di tifosi e stampa. Sono già molte le critiche che piovono sulla testa di Pioli, dalla sbagliata collocazione di giocatori in campo, alla condizione precaria della squadra per finire ad una poca duttilità a cambiare sistema di gioco.

Partiamo dal pensiero dei tifosi: leggendo i vari commenti sui social e siti di informazione possiamo vedere che il pubblico non ritiene totalmente responsabile l’allenatore di questa critica situazione. Secondo i tifosi la squadra non è molto competitiva e non potrebbe andare molto lontano con qualsiasi allenatore. Tuttavia, anche il mister secondo i supporter potrebbe dare di più.

Come detto in precedenza gli aspetti che poco convinco del mister sono tre. La più importante è la sbagliata collocazione dei giocatori in campo. Il giocatore simbolo di questa critica che piove su Pioli è Benassi. Il giocatore non ha il passo per fare l’esterno ma nonostante ciò Pioli si ostina a schierarlo in quel ruolo. Un’altra critica riguarda invece la condizione della squadra. La Fiorentina ha disputato due pessimi secondi tempi sia con Atalanta che con Chievo, segno che la preparazione non è sufficientemente adeguata. Infine è criticata molto una poca duttilità. Nonostante la squadra fatichi molto, specie a centrocampo Pioli si ostina a giocare con il  4-2-3-1 e non riesce a proporre altre soluzioni di gioco. Non è esente da critiche anche la gestione dei cambi.

Dunque Pioli non è il colpevole di questa situazione, ma per sperare in un futuro di stagione più roseo è necessario che lo stesso mister cambi marcia. I tifosi rinnovano la fiducia nell’allenatore ma si aspettano di vedere al più presto una squadra con un miglior gioco e con soluzioni tattiche diverse. Verifiche nelle prossime settimane.

Comments

comments