L’arrivo della Juventus e il ritorno di Pezzella dopo il turno di squalifica potrebbero spingere Pioli a riproporre il canovaccio utilizzato dai viola all’Allianz Stadium nella gara di andata, con un dubbio importante: come sostituire Laurini. Così riporta La NazioneA Torino andò in scena un inedito 4-1-4-1 tendente al 4-3-3, con Chiesa e Thereau (largo a sinistra) pronti a scalare sulla linea di centrocampo e Badelj davanti ai quattro difensori in fase di non possesso. Grande densità in mezzo al campo, con la tentazione proprio di affidarsi (ancora) a un’inedita linea a quattro. In quel momento, comunque, l’uomo più pericoloso della Juve era Dybala e il suo modo di interpretare la gara sempre in mezzo alle linee. E il ‘gabbione’ studiato da Pioli ebbe buona sorte fino all’infortunio di Laurini e, appunto, il rosso a Badelj. L’attacco della Juventus oltre ad avere un Higuain in grande spolvero ha un giocatore assolutamente indigesto alla Fiorentina: Mandzukic. Non solo per la rete che ha deciso la gara di andata, ma anche per la fisicità straripante del croato, con i viola che non hanno un vero e proprio antidoto per fermarlo. Per informazioni chiedere a Gaspar, bruciato dalla forza (fisica) dell’attaccante bianconero proprio nell’azione cruciale.

Comments

comments