30 Novembre 2020 · 23:34
5.1 C
Firenze

Pazzini addio al calcio giocato, saluta tutti con un commovente post sui social

Pazzini con un lungo post sui social saluta tutti ed abbandona il calcio giocato. Fu uno dei protagonisti della Fiorentina di Prandelli

Con un

FLORENCE, ITALY – JULY 30: Giampaolo Pazzini of Fiorentina reacts after scores during the AC Fiorentina v FC Barcelona as part of the Artemio Franchi Memorial at Artemio Franchi Stadium on July 30, 2008 in Florence, Italy. (Photo by Franco Debernardi/Getty Images)

post sul proprio account ufficiale, Giampaolo Pazzini ha ufficialmente salutato tutto il mondo del calcio, dicendo addio al calcio giocato: “Ciao CALCIO,
sono passati più di 30 anni da quando ci siamo conosciuti… Ero un bambino la prima volta che ho stretto un pallone tra le mani e da allora è diventato per me come un “amico inseparabile”. Ero un ragazzino come tanti, con una vita davanti e mille sogni nel cassetto che sperava di diventare un giorno un calciatore di serie A.

Guardavo i grandi campioni in tv e con loro sognavo la maglia azzurra della nazionale, la magia degli stadi pieni di tifosi e la Champions League; ma mai avrei pensato che un giorno tutto ciò diventasse realtà e che grazie a te potessi vivere così tante emozioni.

Quel bambino pian piano si è fatto grande e grazie a te ha realizzato uno ad uno tutti i suoi sogni e sai cosa ti dico: “È stato tutto pure più bello di come me l’immaginavo!” Adesso però siamo arrivati alla nostra resa dei conti ed è giunto il momento di lasciarti riposare, penso sia giusto così.

Avrei potuto continuare per vivere ancora un po’ quelle sensazioni ed emozioni che solo tu sai darmi ,forse sì; il bambino che è in me avrebbe voluto continuare a farlo, ma l’uomo mi dice che è arrivato il momento di salutarci anche perché so già che tutto ciò mi mancherà anche tra 20, 30, 40 anni, perció: Grazie di tutto!

LEGGI ANCHE PRANDELLI: “CALLEJON MANCA DI CONDIZIONE. COMMISSO TENIAMOCELO STRETTO. HO PARLATO CON RIBERY

Prandelli: “Callejon manca di condizione. Commisso teniamocelo stretto. Ho parlato con Ribery”

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

LA FIORENTINA DICE NO A CAICEDO. IDEA LLORENTE, LO HA CONSIGLIATO CALLEJON A PRADÈ

Si avvicina il mercato di gennaio e la Fiorentina ha un disperato bisogno di un attaccante dopo il flop di Cutrone, Vlahovic e Koaumè....

Flachi: “Il problema è nella testa dei giocatori. I senatori facciano gruppo e diano il 150%.

Francesco Flachi è intervenuto ai microfoni di Radio Bruno Toscana per parlare delle problematiche in casa Fiorentina

CALENDARIO