Sia chiaro, non ci sono assolutamente notizie in questo senso. La nostra è solo una speranza per un giocatore a cui tutti abbiamo voluto un gran bene, uno dei giocatori più forti italiani ma dannatamente sfortunati. Negli ultimi anni pochi ci hanno fatto vedere grandi colpi in riva all’Arno, uno di questi è stato proprio Giuseppe Rossi. Un calciatore che senza problemi fisici, avrebbe poco da invidiare al resto dei calciatori presenti in serie A.

Giuseppe Rossi fino allo scorso giugno era formalmente un giocatore della Fiorentina. Il classe 1987 all’inizio della scorsa stagione è stato bocciato da Paulo Sousa che ha costretto la società viola a cederlo. Così Rossi è stato ceduto in prestito secco in Spagna al Celta Vigo fino alla scadenza del suo contratto con la Fiorentina. Ma anche li la sfortuna si è abbattuta sul giocatore italiano dato che nello scorso aprile si è rotto ancora una volta il crociato del ginocchio sinistro.

In tutti questi mesi Rossi si è curato e fra poco più di un mese sarà di nuovo pronto per giocare. Perché non riprenderlo alla Fiorentina?

Sia chiaro (parte due) nessuno dice di ingaggiare Pepito con le stesse cifre dell’ultimo contratto viola. Oggi il centravanti è senza squadra, un contratto a gettoni potrebbe essere la via giusta di questa affascinante scommessa. Soprattutto per la pochezza tecnica che la Fiorentina dimostra di avere oggi in attacco.

Se la scommessa dovesse andare bene, la Fiorentina potrebbe fare un salto di qualità, se la scommessa dovesse andare male invece nulla o quasi cambierebbe. Dato che si potrebbe fare un contratto a presenza per il talento italo americano.

In un momento così di basso seguito dei tifosi viola nei confronti della squadra potrebbe essere questa una mossa giusta per riacquistare consensi e curiosità, un modo per provare a riavvicinare i tifosi allo stadio (sono sempre di meno).

La nostra è una provocazione. O quasi. Pepito non aspetterebbe altro..

 

Flavio Ognissanti 

Comments

comments