Sulle pagine de La Repubblica vi è una lunga intervista all’ex capitano e giocatore della Fiorentina Manuel Pasqual. Queste le sue principali dichiarazioni:

Il segreto dell’Empoli capolista? Sicuramente l’entusiasmo, mi sento come quando ero alla Fiorentina nel 2005, un gruppo unito e bellissimo sebbene quando Prandelli mi mandava in tribuna lo sconforto la faceva da padrona. La mia fortuna è stata quella di avere accanto una donna che mi ha aiutato a superarla. Firenze è casa mia, quando amo la città ed i fiorentini. Quando torno in città mi chiamano capitano e questa è una bella soddisfazione. Mi ero immaginato un futuro all’interno della società ma così non è stato e non ho rimpianti. Rapporto Della Valle – Firenze? Sono momenti, come quando alla guida della squadra c’era Mihajlovic, poi tutto passa. Il rigore al Franchi? Ero felice, ma non ho baciato la maglia. Sono un professionista ed ho fatto ciò che mi è stato chiesto. La Fiorentina è qualcosa di speciale nella mia carriera di calciatore così come Firenze in quella di uomo”.