Panorama pubblica la classifica senza errori arbitrali: la Fiorentina dovrebbe essere 10 punti avanti al Milan

Semplicemente pazzesco: nessuno ne parla, ma questi dati sono inconfutabili!

0
3153
errori arbitrali

L’edizione online del noto periodico Panorama, edito da Mondadori e quindi controllato dal gruppo Fininvest, ha aggiornato anche questa settimana, dopo le moviole del weekend, la sua classifica di Serie A senza errori arbitrali.

Ovvio che sono dati stimati, perchè poi le partite si sarebbero dovute comunque giocare fino alla fine, ma la tendenza che ne viene fuori è molto chiara come potete rendervi conto da soli dalla foto qui sotto:

classifica Serie A di Panorama.it
classifica Serie A di Panorama.it

La Fiorentina invece di esser 1 punto dietro al Milan, oggi sarebbe addirittura di 10 avanti e 5′ in classifica (1 punto sopra l’Atalanta), mentre il Milan 8′ con appena 51 punti sarebbe insidiato da vicino pure da Bologna e Sassuolo.

E ribadiamo che la classifica viene da un media vicino alla famiglia Berlusconi, non dalla rivista ufficiale della Fiorentina, ed anzi rispetto a quella classifica a noi risultano che i punti della Viola potevano essere qualcun altro in più, senza le tante sviste subite quest’anno (contro il Torino all’andata ed al ritorno, contro il Crotone e l’Empoli in casa, a Milano contro l’Inter, contro il Genoa a Firenze solo per citare le più decisive): quindi forse oggi i rossoneri sarebbero a 15 punti di distanza (ribadiamo che questo dato va considerato a livello di tendenza e non come preciso perchè le gare andavano poi disputate in quelle nuove situazioni venutesi a creare senza errori arbitrali).

Sembra il ripetersi della stagione 2012-2013 (anche se stavolta ci si gioca un obiettivamente sicuramente minore): Milan in Champions ai danni della Fiorentina grazie alle tante sviste dei nostri fischietti. Che altro dire? Semplicemente pazzesco!

Giancarlo Sali

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.