23 Luglio 2021 · 23:38
26.2 C
Firenze

Nicassio: “Gaetano ragazzo umile. In campo disinvolto sia davanti a 10 persone che a San Siro..”

Il primo allenatore di Gaetano Castrovilli, Gigi Nicassio, è intervenuto all’emittente Radio Bruno Toscana, in merito del centrocampista della Fiorentina, egli ne è stato il primo allenatore in Puglia. Queste le sue parole: ” Gaetano ha sempre avuto qualcosa in più degli altri anche da ragazzo, gioca sempre con disinvoltura, davanti a 10mila spettatori come a San Siro. Lui ha alle spalle una famiglia umile, si è imposto con calma. Ieri il suo assist a Milenkovic era un mix di qualità e forza, quando corre la testa è come un faro ed è per questo motivo che anticipa sempre la giocata. Da bambino era l’unico che riusciva a battermi quando li sfidavo a prendere la traversa dal limite dell’area. Io Firenze la conosco perché ho giocato nella Rondinella da giovane, è una città che ama il calcio e per questo si esalta con Gaetano. Io l’ho sempre detto alla sua famiglia in Serie C lui non toccherebbe il pallone, in B inizierebbe a farsi vedere, ma in A sarebbe un fenomeno e con Ribery non può che esaltarsi. Montella ha letto i segnali che potesse dare qualcosa di diverso alla Fiorentina, la gente si chiede da dove venga, ma noi lo abbiamo sempre saputo e lo dissi anche all’allenatore della Primavera Guidi quando mi chiese un parere su di lui che sarebbe arrivato diritto in prima squadra e non mi sbagliavo. Per andare agli allenamenti lo zio Minbo faceva 200 km al giorno, Gaetano ha superato le difficoltà con tanti sacrifici. Quando mi porterà la maglia viola la appenderò al centro sportivo… La chiamata in Nazionale prima o poi arriverà, ma non si monterà la testa, anzi”.

Tuttomercatoweb.com

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO