L’Ajax ha incantato l’Europa e il mondo. Ha buttato fuori il re che governava da tre anni (il Real Madrid) e il nuovo sovrano che voleva il trono (la Juventus). Lo ha fatto con un’idea di calcio, giocando a calcio, unendo tecnica e tattica. Lo ha fatto con la spensieratezza di un gruppo giovane completato da esperti, lo ha fatto pescando dal serbatoio interno del settore giovanile (una linfa vitale) e attingendo dai seguaci calcistici del gota Cruyff, il tecnico Ten Hag.

Lo ha fatto, anche e soprattutto, unendo l’aspetto sportivo a un bilancio economico sano, sostenibile, in linea con il fair play finanziario. L’Ajax infatti ha chiuso l’ultimo esercizio, quello del 2017-2018, con un fatturato di 91, 9 milioni, con un monte ingaggi di 26,6 milioni(garantito dalle plusvalenze realizzate con le cessioni di Tete, Sanchez e Riedewald pari a 39,6 milioni) e con un costo di gestione pari a  52,8 milioni.

Lo ha fatto, insomma, con una modalità che la Fiorentina persegue e realizza ma solo a metà. Se è vero che la parte economica sta prendendo il sopravvento su quella sportiva. Lo ha fatto, dimostrando che si può vendere senza comprare, o comunque valorizzando il prodotto interno.

Chi ha buon orecchio per intendere intenda.

Ajax Bilancio (Novembre 2018)
Fatturato: 91, 9 milioni
Tetto ingaggi: 26,6 milioni (Abbassato rispetto all’anno precedente)
Plusvalenze: 39, 6 milioni
Costi del personale: 38 milioni
Ricavi Televisivi: 11 milioni
Ricavi per abbonamenti: 13 milioni, 40.396 abbonati
Ricavi da sponsorizzazioni e pubblicità: 28 milioni
Merchandasing: 13 milioni

Nb: Nella stagione presa in esame l’Ajax non ha partecipato alle coppe europee in quanto eliminata dai Preliminari di Champions dal Nizza e da quelli di Europa League, dal Rosembrog

Fiorentina Bilancio 2017

Fatturato: 104 milioni
Monte ingaggi: 37 milioni di euro (quest’anno stagionee 2018-2019)
Plusvalenze: 88, 75 milioni
Costo del personale: 63,64 milioni
Ricavi da gare: 7,71 milioni, 20 mila abbonati
Ricavi da sponsorizzazioni e pubblicità: 8 milioni
Ricavi Televisivi: 59 milioni (54 serie A più 5 milioni altri diritti)
Merchandasing: 700 mila euro

Ladyradio.it