La Nazione in edicola oggi propone un’intervista a Simone Lo Faso, gioiellino classe ’98 della viola, impegnato con l’Under 20.

Come sta andando il suo ambientamento a Firenze?
“Mi sto trovando molto bene: conoscevo già Firenze perché quando ero a Siena nel tempo libero mi spostavo spesso lì. Non credevo fosse così bella: ora vivo in una casa in centro per cui avrò più possibilità di visitarla”.

Il momento però in casa viola non è dei migliori…
“Nello spogliatoio c’è serenità: siamo ancora delusi per il pari con l’Atalanta e il ko di Verona ma posso assicurare che siamo un bel gruppo, una squadra che non mollerà mai”.

Hagi dalla Romania si è detto deluso per il poco spazio: lei cosa prova in questo momento?
“Non mi sento di dire nulla, devo solo pensare a lavorare: sapevo che a Firenze c’era la possibilità di fare la panchina, è normale per un ‘98. La Fiorentina mi ha preso perché sa quello che valgo e io so di poter dare tanto. Se dovessi essere chiamato in causa mi sentirei pronto ma ciò avverrà quando il tecnico lo riterrà opportuno”.

 

Comments

comments