Labaroviola.com augura a tutti un Buon Natale! Il pensiero dei redattori per voi tifosi viola!

0
188

Gabriele Caldieron: Il Natale ci da insegnamento di speranza. Dobbiamo quindi sperare di tenerci stretti i giovani di vedere presto il nuovo stadio e di vedere finalmente una Fiorentina vincente. Il 2017 sarà un anno chiave per il futuro della squadra. Nuovo stadio, il nuovo “unico 10” e chissà magari un trofeo. Sognare non costa niente… Ci siamo tenuti compagnia ogni giorno su Labaroviola, e vorrei fare di cuore l’augurio a tutti voi per questo Natale. Che questa giornata porti serenità, gioia e amore.

Flavio Ognissanti: cari lettori, un abbraccio a voi e alle vostre famiglie per questo Santo Natale, sperando in un anno migliore in ambito lavorativo, per le famiglie, di salute e per la nostra Fiorentina!

Tommaso Fragassi: Che il Natale possa essere più bello del gol di Batistuta contro la Juve, più luminoso di un assist di Mutu e appagante tanto quanto la vittoria contro il Liverpool ad Anfield. Per voi e per tutte le vostre famiglie, i miei sinceri auguri di buon Natale.

Paolo Lazzari: Il mio augurio ai tifosi viola? Sicuramente spero che tutti possano trascorrere un Natale sereno, con accanto le persone che contano davvero. Già che ci sono, siccome non costa proprio nulla, spero che ciascuno di voi riesca, prima o dopo, a diventare fino in fondo sé stesso, ché è l’unico modo di sentirsi bene veramente. E non scambiate mai la vostra felicità con i risultati di una squadra: vi auguro di essere impunemente felici a prescindere, per quello che siete. E se poi la Fiorentina vince, allora otterrete l’orgasmo. Tanti auguri.

Gianmarco Biagioni: Dire che questo 2016 certo non resterà negli annali della Fiorentina sembra più che scontato. Tuttavia, fra le ombre (tante), c’è anche qualche flebile lumicino… Un tiepido barlume di speranza che fa ben sperare per l’anno a venire.

Matteo Fabiani: auguri auguri e ancora auguri, vi abbraccio forte, e coraggio, l’anno nuovo ci aspetta! Buon Natale!

Si riparte dalle certezze, quindi. I giovani: con un Bernardeschi del quale è impossibile non innamorarsi, un Chiesa che da “buon prospetto per il futuro” è diventato una “certezza nel presente” ed un settore giovanile che prolifera e, sicuramente, darà i suoi frutti. Lo stadio: con un progetto che a breve verrà presentato aprendo così un capitolo nuovo fin troppe volte saltato nel grande libro della Fiorentina. Ed infine, ma non certo perché meno importante, il feeling con la piazza: con una tifoseria che non ha mai abbandonato la squadra nemmeno quando le nubi si sono fatte dense e minacciose.

Quale momento migliore, quindi, per staccare la spina e ripartire più carichi che mai in questo 2017 che ormai è alle porte… Un augurio speciale con la speranza (che forse è più una mezza convinzione) che questo nuovo anno ci riservi tante belle soddisfazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.