La nuova missione alla Fiorentina ce l’ha Laura Masi, arriva dal Bayern Monaco colei che deve far aumentare i ricavi dal merchandising

Obiettivo della Fiorentina aumentare i ricavi del Merchandising, per questo motivo dal Bayern Monaco è arrivato un rinforzo..

0
653
Immagini di Laura Frasson (Neroquette -Reportage Photography-) Copyright Le Coq Sportif

La guerra dei ricavi è senza pietà, la Fiorentina ha più o meno cento dipendenti per aumentare la sua scorta di risorse: e a fronte di una spesa di circa 4 milioni (40mila euro è il costo medio aziendale di ogni assunto) i ricavi commerciali-biglietteria superano i 30 milioni. Ma più di così si può, senza uno stadio di proprietà? E arrivata Laura Masi per scoprirlo, e siccome la sua casa precedente era il Bayern diciamo che era abituata a confrontarsi con cifre mostruose rispetto a quelle viola: nel 2016 all’interno di un fatturato complessivo di 552 milioni, 169 sono arrivati da marketing e sponsorizzazioni (erano 113,9 nel 2015), mentre 108 sono derivati dal merchandising, 35 dal player trading e 83 dai diritti tv.

Verso quale strada si spingerà più modestamente il marketing viola per aumentare il proprio ricavato? Le prime notizie riportano esplorazioni all’estero, essendo le maggiori aziende italiane già ampiamente spremute dal settore calcistico sia in termini di investimenti pubblicitari che di sponsorizzazioni. La figura istituzionale di Laura Masi è stata comunicata alla Lega Calcio che ospiterà riunioni coordinate con i rappresentanti marketing di ogni club. In termini di crescita, l’obiettivo viola è quello di puntare nei prossimi anni ad un significativo incremento del fatturato dell’area commerciale.

In attesa di capire quale sarà la decisione di Andrea Della Valle, che dopo aver annunciato un passo indietro è in fase di riflessione e mentalmente lontano dalla Fiorentina, sono in stallo anche scelte operative di restyling. Una di queste riguarda la nuova maglia viola: tra le ipotesi prese inizialmente in considerazione, quella di una divisa con la vistosa presenza di un giglio, in modo da rafforzare l’identità con Firenze. Ma più che sulla maglia, l’identità deve essere rafforzata fra la famiglia della Valle e la città: nuovi annunci e magari un incontro con la città prima del Cda viola previsto a metà giugno?

Sempre in tema di nuovo percorso sentimentale, la Fiorentina ha fatto il punto delle visite nei viola club cominciate a ottobre: più di diecimila tifosi incontrati con tappe in tutta Italia. Magari servirà a poco, ma un passo in avanti è stato fatto dopo anni di distanze abbastanza galattiche. Senza dimenticare le celebrazioni per i 90 anni di storia da agosto 2016 a maggio 2017.

Inoltre, la figura di Antognoni potrebbe essere «codificata» con un ruolo ancora più incisivo, dopo questi primi mesi di inserimento graduale. Tutto rimandato alle decisioni di ADV, ma anche alla prossima organizzazione del comparto sportivo dopo l’arrivo di Pioli. Infine Carlos Freitas, collaboratore principale di Corvino: conferma sicura per lui e attestati di stima da parte della proprietà.
La Nazione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.