Nella sala stampa di Moena parla per la prima volta da giocatore della Fiorentina Vitor Hugo. Queste le sue parole:

Stare con un giocatore come Astori può aiutare ad accorciare  tempi d’inserimento in questo campionato? Si, certamente. Il calcio italiano è molto differente da quello brasiliano. E’ molto tattico ma sono convinto  che con Astori faremo un buon lavoro.  Già abbiamo iniziato a parlare. Mi adatterò l prima possibile.

Quanto conosci il calcio italiano e quale difensore ti piace? C’è qualche difensore brasiliano alla quale ti ispiri? Questo calcio è molto più difficile rispetto all’altro. Mi  ispiro a Miranda e spero di far bene come lui.

Cosa rappresenta per te questa opportunità?  Sono contento di essere giunto qua alla Fiorentina perché è una grande squadra. In Brasile ho vinto tanto e spero se non di fare uguale, di far meglio. Ho vinto tanto la e voglio portare la mia esperienza.

Impressioni su Pioli? E’ un grande allenatore, è serio, porta allegria e è molto preparato.

Qualcuno ti ha già parlato di Firenze? Pioli ha già detto  che apprendi veloce, a che punto sei con l’Italiano? Si ho parlato con Felipe Melo e mi ha detto che la città è meravigliosa, con l’italiano sono a buon punto. Sono qua da una settimana e già capisco qualcosa. Ogni giorno miglioro.

A chi t’ispiri, qual è il tuo piede preferito? M’ispiro molto a Melo e Dunga perché hanno carattere. Sono mancino ma uso  molto bene anche il destro.

E’ un orgoglio ricoprire il ruolo di Gonzalo e ti mette pressione?  No no sono molto orgoglioso di questa scelta. Gonzalo ha fatto bene e gli auguro il meglio. Voglio farmi la mia strada e voglio dare il massimo regalando delle vittorie alla squadra. Il tragitto della squadra lo rispetto  ma voglio dare la mia impronta alla squadra per migliorarla.
Sei stato cercato lo scorso anno?  Si ma stavo facendo una stagione fantastica in Brasile e stavamo vincendo. Il Palmeiras aveva bisogno di me e ho ritenuto di non lasciare in quel momento. Ho deciso di rimanere ma  con la condizione di venire a Firenze.

Obiettivi di squadra? Vogliamo portare risultati. Lavoriamo per questo

La nazionale la sogni? Certamente mi piacerebbe. Non è quello il mio obiettivo principale perché è la Fiorentina che mi paga  e io penso solo alla mia squadra. Questa è la mia idea.

Con chi hai legato maggiormente all’interno del gruppo?  Con Diakhate e Gaspar ho già legato tanto. Con gli altri non so perché sono arrivati da pochi giorni. Sono tutti bravissimi ragazzi però e mi stanno aiutando molto. Siamo una bella squadra.

Comments

comments