Ha parlato Gonzalo Rodriguez in sala stampa:

“E’ un momento difficile, speravo che questo momento non arrivasse. Domani sarà l’ultima partita con la Fiorentina. Ringrazio Pradè e Macia che mi hanno portato qua, i miei vecchi compagni e Montella, Grazie anche a Sousa che mi ha dato la fascia, non lo dimenticherò mai. Grazie alla città che ha fatto nascere qua mio figlio, mi ha dato rispetto durante tutti questi anni. Lo staff, i magazzinieri, la gente che non vedete ma che lavora tantissimo, grazie anche a loro”

Perchè te ne vai? Io ho sempre sperato nel rinnovo ma non mi hanno mai chiamato. Quando ho chiamato il procuratore non mi hanno ricevuto, se non 20 minuti. Qua ho capito che non mi volevano. Vado a testa alta, ho sempre dato tutto anche se non ho giocato benissimo a volte. Sono solo deluso per come sono andate le cose, tutto qua.

E’ vero che ti hanno offerto meno? Si, hanno chiesto il 25% meno ma non è per soldi, non mi cambiava la vita. E’ il modo. Non mi hanno mai chiamato in 5 mesi. Sono io ad aver chiamato il procuratore, loro no.

Che farai dal primo di luglio? Ancora non so nulla, volevo essere libero per giocare qua l’ultima partita. Ora voglio giocare anche se Pradè mi propose di allenare le giovanili.

Hai da mandare dei messaggi? Grazie ai tifosi, ho avuto la fortuna di sentire il mio nome nella curva. Sono emozionato per essere entrato negli 11 della storia. Poi voglio dire grazie a Sousa che è un professionista, mi ha insegnato tanto sia dentro che fuori dal campo.

Il giorno più bello? Quando abbiamo vinto contro la Juventus, la partita di Coppa Italia contro il Napoli.

La famiglia che ha detto? La ma ragazza è dispiaciuta perchè è fiorentina.

Hai chiesto un confronto? No perchè non devo parlare io, io devo giocare. Quello lo fa il procuratore.

C’è qualcosa che tu possa giocare in Italia? Io ho chiesto al procuratore di non dirmi nulla fino all’ultima. Non so nulla, vedremo.

Chi sarà capitano? Borja Valero. Conosce tutto, è il sindaco. Se non la merita lui chi la merita?

Rimpianto più grosso? Finale della Coppa. Era importante, era una Coppa. E’ stato un momento duro e è un rimpianto anche personale. Potevamo vincere..

Che manca qua per vincere? Non saprei, ci sono squadre forti. Il prossimo anno la Fiorentina avrà una grande squadra  e lotterà. Ce la siamo sempre giocata e credeteci, abbiamo sempre dato tutto.

 Parla Borja: In bocca al lupo per tutto, sei stato un grande. Ti vogliamo bene

Matteo Fabiani

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.