Di Gennaro: “Con le scommesse di Corvino non si alza il livello, questa squadra non è nemmeno da ottavo posto”

"Per ora si parla solo di giovani e stranieri, vedremo cosa faranno i Della Valle con i soldi incassati dalle cessioni..."

0
335

Antonio Di Gennaro ha parlato ai microfoni di Radio Blu: “La smobilitazione è necessaria quando si inizia una nuova era, i soldi incassati saranno la cartina di tornasole per capire se verranno reinvestiti e se la Fiorentina vorrà mantenersi al livello dell’Europa League. Non sarà facile arrivarci però, perché Inter e Milan si sono rinforzate e l’Atalanta sarà una mina vagante e arrivare quinti o sesti è dura”.

Spende alcune parole anche sull’operato di Corvino: “Per ora si parla solo di giovani e stranieri, per essere competitivi bisogna alzare il livello perché non sempre le scommesse a Corvino andranno bene come accaduto nel suo primo mandato in viola”.

E su quello dei Della Valle: “Con i soldi incassati non ci saranno scuse, da questo capiremo la voglia dei Della Valle di mantenersi ad un certo livello”.

Prosegue su Kalinic: “Si parla dell’inserimento di Suso nella trattativa attraverso la quale il Milan spera di arrivare a Kalinic, sarebbe perfetto per il 4-2-3-1 insieme a Chiesa sugli esterni. Ha capacità di segnare e fare assist, ma sia lui che Niang sono giocatori che ambiscono a piazze ambiziose, come forse adesso non è la Fiorentina”.

Conclude con un pensiero personale: “Con questa rosa non si arriva nemmeno ottavi”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui