Anche Giovanni Galli ha voluto esprimere la sua opinione in merito alla possibilità che la famiglia Della Valle ceda la Fiorentina. Questo il suo pensiero affidato alle telecamere di Sport Mediaset: “Non me l’aspettavo anche perché io ho lavorato con loro all’inizio della loro esperienza calcistica, quando la Fiorentina era fallita. All’inizio c’era grande entusiasmo e in questi anni sono stati raggiunti ottimi risultati sportivi. I Della Valle però sono degli imprenditori e devono anche guardare agli investimenti e alle spese”.

Prosegue sul mercato: “Mercato? Negli ultimi mesi si parla solo di cessioni e niente di nuovi acquisti. Forse i Della Valle pensavano di procedere più velocemente con altri progetti collaterali, come lo stadio di proprietà e la Cittadella Viola, e invece dopo 15 anni non si è arrivati a niente. Forse sono rimasti delusi anche da questo e probabilmente si è arrivati a un bivio”.

E sul valore della Fiorentina: “Valore club? Ho sentito anche delle cifre un po’ fuori mercato. 550 milioni di euro mi sembrano tanti, anche perché come patrimonio la Fiorentina non è proprietaria di niente, se non del centro d’allenamento”.

Conclude poi con un pensiero personale: “Il grande patrimonio è la città, è quello che rappresenta Firenze nel mondo. In Italia non credo ci sia nessuno che voglia investire nel calcio italiano, forse si andrà verso un investitore straniero, non so se cinese, americano o europeo”.

Comments

comments