Se, come si auspica e si spera, ci sarà un progetto fatto da “fiorentini veri”, questi troveranno massima apertura e disponibilità da parte della Proprietà, come ennesimo attestato di rispetto nei confronti della Fiorentina e della città di Firenze”.

È proprio questo uno dei passaggi cruciali del comunicato emesso nella giornata di ieri e che, oltre ad aver reso pubblica la decisione della famiglia Della Valle di mettere sul mercato la Fiorentina, ha mandato in subbuglio un’intera città che, come mai prima d’ora, si è trovata a fare i conti con uno scenario spesso ipotizzato (e talvolta anche invocato a gran voce) ma che, fino ad ora, non si era mai presentato concretamente.

Tuttavia, cercando di analizzare il Della Valle pensiero, è più che lecito porti una domanda: chi sono i cosiddetti “fiorentini veri” ai quali si fa riferimento nel comunicato? Imprenditori, grandi industriali, esponenti del mondo dell’alta finanza, politici…

Oppure, il riferimento ai suddetti personaggi, espressione dell’essenza della fiorentinità, è un appello indistinto rivolto all’intera cittadinanza o invece nelle segrete stanze di viale Manfredo Fanti c’è già qualche nome che circola con insistenza? Interrogativi legittimi che però, almeno fino a quando non sarà fatta maggiore chiarezza (o fino a quando non arriverà una smentita), resteranno senza risposta…

Gianmarco Biagioni

Comments

comments