Già sabato prossimo, se le viola di Fattori dovessero espugnare Cuneo e le lombarde del Brescia non andare oltre il pareggio con il Verona, il tricolore sarebbe matematico per la Fiorentina Women’s, anche se per ora la squadra di Milena Bertolini non sembra intenzionata a mollare. “Non sarebbe male – prova a scherzare Patrizia Caccamo, autrice di una doppietta nell’ultimo match col San Zaccaria – ma principalmente dobbiamo pensare a noi stesse: ogni partita è importante, col traguardo che si avvicina si vede che siamo un po’ più nervose, ma andremo a Cuneo per cercare di fare i tre punti, e poi magari ci vedremo tutti al ‘Franchi’ per festeggiare insieme”. E sì perché quella di far giocare l’ultima partita casalinga al vecchio “Comunale” sembra più di un’idea: se la classifica, come probabile, sabato non cambierà, la gara interna del 6 maggio contro il Tavagnacco sarà quasi certamente quella giusta per conquistare matematicamente il titolo, e la società potrebbe pensare di regalare il palcoscenico più prestigioso alle sue ragazze e anche ai tifosi viola.