6 Marzo 2021 · 05:16
7.6 C
Firenze

Fiorentina, serve l’orgoglio più che il bel gioco

Foto di proprietà di ACF Fiorentina. Riproduzione vietata ©️

Stasera al Franchi, fischio d’inizio ore 20.45, si affronteranno Fiorentina e Crotone.

Entrambe le squadre non navigano in acque tranquille, specie il Crotone che classifica alla mano si trova ultima a 12 punti, 6 punti in meno rispetto alla Viola.

La formazione di Cesare Prandelli è pronta a giocarsi buona parte di credibilità stasera e Venerdì prossimo contro il Torino, che ha pareggiato all’ultimo tuffo 2-2 nel match di ieri sera contro il Benevento.

Ciò detto, come ha ricordato il presidente Rocco Commisso in settimana, non servirà bel gioco, conterà solo vincere.

Vincere, verbo che alla Fiorentina manca dallo scorso 10 Gennaio, proprio in casa contro il Cagliari di Mister Di Francesco.

E’ un momento molto delicato in casa Viola dopo la batosta subita nel lunch match della settimana scorsa ad opera del Napoli e i tifosi si aspettano, come è giusto che sia una reazione.

Prandelli ieri ha confermato che la sconfitta non ha lasciato segni, gli crediamo ma con una certa dose di riserva.

Tornando a stasera, Crotone, sulla carta, è avversario abbordabile, cosi come pareva Spezia e Benevento.

Per quanto concerne il modulo che il Mister presenterà stasera non si discosterà dall’ormai noto 3-5-2 con Vlahovic e Ribery là davanti, in attesa dell’arrivo del russo Kokorin.

Proprio il russo, atteso Lunedi mattina a Roma per le visite mediche e poi per lui l’avventura di Firenze avrà finalmente inizio.

La difesa sarà confermata in blocco, con l’ennesima esclusione del buon Quarta e la conferma in blocco del trittico.

A centrocampo probabile l’inserimento di Pulgar con Amrabat e l’onnipresente Castrovilli.

A questo reparto, in particolar modo, è chiesto una pronta reazione e uno sprint che raramente si è visto quest’anno.

Sulle fasce a sinistra confermato Biraghi a destra Venuti. In molti aspettano un esterno destro ma potrebbero restar delusi.

Per il resto, il gioco conta poco stasera e Venerdi prossimo, l’importante sono i 3 punti.

LE PAROLE DI PRANDELLI PER LA SFIDA CONTRO IL CROTONE

Prandelli: “Ho chiarito con Ribery. Sintonia con Commisso. Chi me lo ha fatto fare? Il cuore”

 

 

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Viviano: “Fiorentina, niente drammi, non piangerti addosso. Le ultime partite non abbiamo fatto male”

Emiliano Viviano, portiere del Fatih Karagumruk, è intervenuto in diretta a Stadio Aperto, trasmissione di TMW Radio con Francesco Benvenuti e Niccolò Ceccarini. Si comincia dal momento...

C.Zanetti: “Mi aspettavo di più da Prandelli. La Fiorentina è una rosa da settimo-ottavo posto”

Le parole di Cristiano Zanetti durante l'intervista rilasciata a Tuttomercatoweb.com

CALENDARIO