Oltre a quello di Veretout, su Stadio si analizza anche il momento che stanno attraversando gli altri giocatori francesi della Fiorentina. Tre quinti della Francia hanno già conquistato Firenze. Adesso tocca agli altri e le ultime uscite di campionato potrebbero essere decisive. La colonia francese viola ha già dato buoni frutti e il lavoro di Thereau non è passato inosservato. Più appariscente all’inizio della stagione, dopo un periodo meno buono, l’ex Udinese è tornato a farsi notare a Torino domenica scorsa. Un altro punto fermo della Fiorentina di Pioli è stato fin dall’inizio Laurini, un po’ trascurato solo ultimamente per via dell’esplosione del giovane Milenkovic.

Ora però all’appello mancano Eysseric e Dabo. Il numero dieci è da inserire, fino a questo punto, fra le delusioni stagionali perché non è mai riuscito a decollare a livello di prestazione. Raramente è stato scelto da Pioli e conta soltanto tredici presenze in campionato. Nelle ultime quattro giornate è rimasto totalmente in panchina, senza neanche subentrare a gara in corso. Infine Bryan Dabo che la città attende di veder incidere in maglia viola. Per adesso due presenze da quando è a Firenze per un totale 41′, contro Atalanta e Chievo. Ma chissà che contro il Crotone non possa essere protagonista vista la squalifica di Benassi.

Comments

comments