Massimo Drago, ex allenatore del Crotone, è intervenuto ai microfoni di Radio Fiesole: “Il progetto della Fiorentina mi piace, si sono resettati gli ultimi anni. Si è presa gente giovane e di valore e si è trattenuto Chiesa, con un ottimo allenatore. La Fiorentina è in crescita, le aspettative sono tante, ma se la piazza ha pazienza credo che nel giro di un paio d’anni si possano togliere tante soddisfazioni”.

Prosegue sugli obiettivi viola: “Obiettivo Europa? Sognare è giusto, non fa mai male. Bisogna sposare il progetto, stando uniti. Corvino ha lavorato bene, ad esempio ha comprato un difensore come Pezzella che è veramente importante per quello che si vede in giro”.

Si esprime anche sulla prossima partita che vedrà la squadra di Pioli fare visita al Crotone: “La prossima sfida? Non fate l’errore di pensare che sia semplice la partita contro il Crotone, che in casa gioca molto bene e lo ha dimostrato anche contro l’Inter. La Fiorentina deve temere l’ambiente ed anche il campo, che viene tenuto secco per far circolare peggio la palla e per sfavorire le squadre tecniche. La Fiorentina non deve sottovalutare la partita. Ieri sera il Crotone ha giocato anche benino a Roma, ma in casa è più pericoloso. Simeone può rompere gli equilibri, mentre nel Crotone non c’è una individualità di spicco, ma c’è da temere il collettivo”.

Conclude con un pensiero su Benassi: “Benassi? E’ un ragazzo giovane, ha qualità ed ha una buonissima personalità. Anche ieri si è preso una bella rivincita, è un giocatore da Fiorentina”.

Comments

comments