Marco Donadel, ex centrocampista della Fiorentina ed attualmente nelle fila del Montreal Impact, ha parlato ai microfoni di Radio Sportiva: “Antognoni? Penso che cambi molto con un suo ritorno. Ogni squadra dovrebbe riguardare al proprio passato, la propria storia ed ai ricordi dei tifosi. A Firenze chi meglio di Antognoni può ricoprire questo ruolo”.

Prosegue sulla sorprendente crescita del calcio cinese: “Le offerte dal calcio d’oriente? Penso che sia una conseguenza della globalizzazione: cosi come si cerca talenti a basso costo in mercati come quelli sudamericani o in Africa, allo stesso modo possono esserci nuovi mercati che occupano il ruolo del leone. Il mercato cinese adesso sta facendo la voce grossa. Kalinic ha fatto bene a rifiutare e continuare a Firenze e in Europa. Sarà più preoccupante quando avranno lo strapotere per arrivare a talenti nostrani come Bernardeschi e altri. Finora si limitano ai fuoriclasse a fine carriera come Tevez. Sarà più complicato quando riusciranno ad arrivare ai giovani prospetti europei”.

Comments

comments