Come riporta Il Corriere della Sera, da quel 14 maggio, giorno in cui ha dovuto annunciare in una conferenza stampa choc il suo addio alla Roma, sono passati ormai due mesi: non abbastanza per capire se smettere col calcio giocato o proseguire. L’ex nazionale scioglierà i dubbi tra poco: perché se continuerà è adesso il momento per accordarsi con una nuova società.

Il giocatore continua ad allenarsi da solo tutti i giorni, incurante delle voci che parlano del suo ritiro. Firenze per lui sarebbe la scelta migliore, dal punto di vista calcistico ma anche per non dover stravolgere la sua vita familiare. Se invece deciderà di appendere le scarpe al chiodo, c’è Roberto Mancini che lo vuole in Nazionale, soluzione che gli consentirebbe di frequentare il corso di Coverciano e di studiare da allenatore. L’unica cosa certa è che il suo futuro è distante da quello della Roma