Da enfant prodige a terza scelta. È lo strano destino di Manuel Locatelli, passato nel giro di pochi mesi dal ruolo di titolare nel Milan di Montella lo scorso anno a quello di riserva. In questa stagione, il classe ’98 sta faticando a trovare spazio a causa dell’acquisto in estate di Lucas Biglia in cabina di regia e la rinascita dell’ex capitano rossonero Riccardo Montolivo, sempre più utilizzato nelle ultime gare.

BOCCIATO – A due turni dal giro di boa, i numeri parlano chiaro: dopo le 17 presenze dal primo minuto nella passata stagione, quest’anno Locatelli ha collezionato solamente due apparizioni da titolare. Nemmeno l’arrivo di Gattuso sulla panchina della prima squadra, con il cambio di modulo e il passaggio al centrocampo a tre, ha favorito il suo impiego. Locatelli è a tutti gli effetti una terza scelta, con la società che ha dimostrato di non voler puntare su di lui e con il pieno recupero della condizione fisica da parte di Biglia che potrebbe limitarne il minutaggio anche in campo in Europa League, unico palcoscenico in cui finora ha trovato più spazio.

DALLA JUVE ALLA… JUVE – Cosa fare a gennaio? Nonostante lo scarso impiego sono ancora tanti i club che stanno puntando Locatelli in ottica mercato. Poco più di un anno fa il gol che decise la sfida con la Juventus lo portò agli onori della cronaca e proprio il club bianconero sta pensando a lui per la prossima stagione. Giovane, italiano e con esperienza: Locatelli ha tutte le carte in regola per entrare a far parte del nuovo progetto della Juventus.

CORTEGGIATO – La società bianconera non è però l’unica interessata a lui: sulle tracce del centrocampista 19enne ci sono anche la Spal, che lo vorrebbe in prestito fino al termine della stagione, e la Fiorentina, pronta ad affidargli le chiavi del centrocampo per i prossimi anni complice il probabile addio di Milan Badelj.

VIA SUBITO – Nonostante il corteggiamento dei vari club, Locatelli per ora vuole restare a Milanello per giocarsi le sue chance fino all’ultimo e provare a scalare le gerarchie di Gattuso. Una scelta che, però, potrebbe nuocere alla sua carriera. Locatelli ha bisogno di continuità e lasciare il Milan a gennaio potrebbe essere sì una scelta dolorosa, ma nel contempo necessaria. Per giocare, per crescere e guadagnarsi sul campo la maglia da titolare del Milan… o della Juve.

Fonte: calciomercato.com

Comments

comments