Ceccarini: “Le cifre per Kalinic sono più basse di quanto si dice, ma lui vuole andare. E dopo…”

"Credo che la trattativa entrerà nel vivo dopo la gara con la Juventus"

L’esperto di mercato Niccolò Ceccarini è intervenuto ai microfoni di Radio Blu: “La situazione è chiara, Kalinic è tentato dall’offerta cinese anche se forse è un po’ inferiore rispetto alle cifre di cui si è parlato. Il giocatore all’inizio era propenso al no, adesso invece sta valutando seriamente l’idea di andare. Offerte ufficiali alla Fiorentina non ne sono ancora arrivate e i viola non vogliono accettare la proposta da 35-38 milioni che è stata fatta filtrare. Non mi aspetto però che tutto possa sbloccarsi nel giro di poche ore, credo che la trattativa entrerà nel vivo dopo la gara con la Juventus”.

Prosegue sui possibili successori: “Gabigol? Ieri ho parlato con l’Inter e credo non abbiano intenzione di lasciarlo partire. Se Kalinic dovesse partire resterei attento soprattutto a Calleri, poi c’è anche la pista Zaza su cui c’è molto forte il giocatore ma dipende anche dal giocatore. La mia sensazione è che la Fiorentina voglia fare un prestito con diritto di riscatto da valutare a giugno, più che un investimento pesante subito. E Muriel non te lo danno in prestito”.

E conclude su altre vicence di mercato che vedono la Fiorentina come protagonista: “Badelj? Non mi risultano novità. Sportiello? Non ci sono stati contatti ufficiali tra le due società, ma il giocatore è in uscita e l’Atalanta potrebbe accettare un prestito con diritto di riscatto, questo potrebbe interessare la Fiorentina”.

Scarica l’APP di Labaro Viola per Android e per iOS

Comments

comments