30 Luglio 2021 · 19:36
33.9 C
Firenze

Castrovilli annuncia il rinnovo: “Voglio diventare una bandiera della Fiorentina e giocare nel nuovo stadio”

Dalla sala stampa del Franchi ha parlato Gaetano Castrovilli, che insieme con Daniele Pradè, ha annunciato il rinnovo di contratto con la Fiorentina:

Le piacerebbe diventare una bandiera della Fiorentina come Antognoni?
“Ripercorrere la carriera di Antognoni sarebbe fantastico. Ringrazio il mister per gli elogi. Essere un simbolo della Fiorentina mi farebbe piacere. Sono qui per miglirorarmi ogni giorno e far parte del progetto. Spero che andiamo avanti così, facendo bene e migliorando giorno dopo giorno”.

Cosa l’ha spinta a dire subito sì al rinnovo con la Fiorentina?
“Dedico tutto alla mia famiglia per i sacrifici che hanno fatto e che faranno. Qui c’è grande entusiasmo da parte di tutti”.

Quando ha capito che avrebbe fatto parte della squadra?
“Ringrazio il mister della fiducia che mi ha dato. Io penso a migliorarmi ogni giorno e a limare quei piccoli particolari per fare sempre meglio. Mi sono sentito importante quando sono uscito contro la Juventus, con lo stadio che mi applaudiva. Sono contento di questo”.

Si sente sfortunato in chiave Nazionale visti i tanti centrocampisti forti in Italia?
“Io sono un ragazzo che ama le sfide e quindi voglio affrontare questa sfida e superarla. Spero in questa chiamata in azzurro”.

Ha rubato il posto a Benassi, come è il vostro rapporto?
“Io e Marco siamo spesso insieme e mi aiuta a migliorarmi. Non mi aspettavo di partire titolare. Io cerco ogni giorno di migliorarmi e di tenermi questo posto”.

In cosa deve migliorare?
“Sotto porta e nell’ultimo passaggio”.

Lei è arrivato in coppia con Scalera, in che rapporti è rimasto con lui che può essere definito “quello meno forte”?
“Con Scalera mi sento spesso ed è felicissimo per il mio percorso. Siamo molto amici. Lui sta giocando alla Viterbese e gli faccio un grosso in bocca al lupo”.

La sua esperienza alla Cremonese?
“L’esperienza in Serie B mi ha fatto crescere molto. Lo devo molto ai miei ex compagni di Cremona. Mi hanno migliorato in tutto e li ringrazio per questo”.

Come fa a rendere così bene alla prima stagione in Serie A?
“Prima di entrare in campo penso spesso ai sacrifici della mia famiglia. E’ uno stimolo importante che mi spinge a fare bene e dare il meglio di me stesso”.

Un giocatore a cui si ispira?
“Mi ispiravo tanto a Ronaldinho e Kakà”

Il gol a San Siro cosa ha significato per lei?
“Da piccolo ero un grande tifoso del Milan e forse mi è dispiaciuto un po’ (ride). Mi stavo quasi emozionando dopo aver segnato perché segnare in questo stadio è incredibile per ogni calciatore”.

Un consiglio che le hanno dato i suoi compagni in questo inizio di stagione?
“Quello di restare umile e con i piedi per terra e di seguire i consigli di chi ha più esperienza”.

Le piacerebbe far parte della rosa anche quando si giocherà la prima partita nell’eventuale nuovo stadio?
“Ti rispondo secco: sì”.

Tuttomercatoweb.com

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Commisso Jr: “Stiamo costruendo un gruppo unito. Felice di vedere tanti tifosi Viola a Moena”

Joseph Commisso ha raggiunto la squadra in ritiro: "Percepisco energia positiva dal gruppo. Tifosi felicissimi con noi"

Italiano: “Bianco? Può essere dei nostri se continua così. Abbiamo fatto grossi passi in avanti”

Oggi in conferenza stampa, al termine di Fiorentina-Virtus Verona si è presentato il mister dei viola, Vincenzo Italiano: Convergenza e agonismo. La squadra cerca di...

CALENDARIO