Caro Fede, ti sfido. Se fosse una canzone, probabilmente l’indimenticabile Lucio Dalla l’avrebbe intitolata così. Federico Chiesa contro Federico Bernardeschi. La nuova icona viola contro quella che poteva esserlo, ma ha scelto la Juventus. I due “figli” di Paulo Sousa – che spesso ha puntato su di loro – a confronto da avversari.

La Fiorentinità cucita sotto pelle (almeno oggi, almeno finché dura, e speriamo duri a lungo) contro la scelta di provare ad andare a vincere qualcosa, consapevole di essere uno dei tanti.

Domani sera, allo Stadium, Bernardeschi giocherà quasi certamente. Se da titolare o subentrato, ancora non è dato saperlo. Comunque, sul rettangolo verde, si sfideranno il presente ed un passato che tutti vogliono archiviare. I muscoli, la potenza e l’estro di “Chiesino”, contro la classe e le intuizioni del nuovo numero 33 della Juventus. Allora, vinca il Federico migliore, anche se, per Firenze, uno dei due ha già clamorosamente trionfato a prescindere.

Comments

comments