Luca Calamai, intervenuto ai microfoni di Radio Blu, ha commentato la pesante sconfitta di Roma: “Immagino che i Della Valle si saranno infastiditi nel vedere la squadra smettere di giocare. Anche il presidente esecutivo Cognigni avrà avuto la stessa sensazione e Corvino non si sarà riconosciuto in quello che facevano i giocatori, alcuni di loro scelti direttamente da lui. Il problema però è che il giorno dopo non succede niente. La sconfitta scivola via nel silenzio da parte di chi dovrebbe intervenire. Forse oggi una parola, una richiesta di spiegazioni all’allenatore e la richiesta ai giocatori di mettere più grinta in campo, ci poteva stare”.