3 Marzo 2021 · 09:49
9.4 C
Firenze

Calamai: “Perdere anche Pjaca sarebbe un duro colpo. I soldi sono finiti, ora bisogna vendere”

Luca Calamai è intervenuto ai microfoni di Radio Blu: “Pjaca? Se non arriva è un brutto colpo. Era la somma di tante cose che ci piacevano come qualità, talento, capacità per diventare un top player. Di giocatori come lui non ce ne sono tanti in giro. Mi auguro ancora che ci sia un piccolissimo margine. Se stesse bene e fosse già al 100% non toccherebbe alla Fiorentina, ma un margine di rischio deve essere messo in conto e può essere corso in questo caso”.

Prosegue su Pasalic:”Ormai è dell’Atalanta, è un altro passaggio importante. Piaceva più di Gerson e rappresentava il prototipo di giocatore che mi piacerebbe vedere nella Fiorentina. Immagino che mercoledì possa essere già a Bergamo. Io vedevo questa Fiorentina con Pasalic e Pjaca e mi piaceva da morire, adesso le cose sono diverse”.

E sul mercato: “Cedere un top player per avere liquidità? E’ questa la domanda vera, la storia del mercato della Fiorentina. Io fatico a trovare una soluzione. Sono ancora speranzoso sull’ultimo colpo, mi auguro che i soldi di Rebic arrivino presto. La Fiorentina ha rifiutato soldi per Chiesa, Pezzella, Milenkovic, Veretout. Ha comprato un giocatore alla Pjaca per la porta, come Lafont, ma a questo punto i soldi sono sostanzialmente finiti. La sentenza del Tas allunga i tempi del mercato viola. Ora serve vendere bene Saponara, aspettare la questione Rebic, e potrebbero piovere 25-30 milioni. Ci vuole pazienza e capisco che questo concetto si sposi malissimo con la situazione della Fiorentina”.

Spende alcune parole anche per i nuovi acquisti: “Norgaard non lo conosco. Su Gerson si lavora su un prestito, quindi lavoriamo per altri”.

E per il possibile schieramento: “Io credo che Veretout sarà centrale a centrocampo, con Benassi e un’altra mezzala. Però adesso bisogna vedere, ci sono sulla lista Saponara, Cristoforo, Maxi Olivera, Eysseric. Penso che possa salutare anche Venuti a titolo definitivo. Diks in questo ritiro mi è piaciuto molto”.

Si sofferma su Montiel: “Poi c’è questo Montiel che ha dei colpi spaventosi. E’ un giocatore da tenere in prima squadra, ha la testa da giocatore”.

E su Sottil: “I giovani italiani li seguo con enorme affetto, ma tra lui e Montiel e tra Vlahovic e Gori ci sono tante categorie. Vlahovic sarebbe titolare in una decina di squadre di Serie A”.

Conclude con un pensiero sui giocatori che lo hanno impressionato in questo ultimo ritiro: “Simeone sta diventando un leader vero. Poi ho visto molto bene Veretout, è stato un acquisto straordinario. Speriamo che anche Norgaard sia una sorpresa”.

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Convocati Fiorentina, Prandelli convoca tutti per la Roma: ci sono anche Bonaventura e Kouame

Cesare Prandelli chiama l'intero gruppo squadra per la gara di domani contro la Roma

Prandelli: “Commisso è arrabbiato, società deve far tesoro di errori. Amrabat fuori per motivi precisi”

Cesare Prandelli ha parlato in conferenza stampa, in collegamento con i giornalisti, tra cui Labaroviola, alla vigilia di Fiorentina-Roma in programma domani allo stadio...

CALENDARIO