23 Ottobre 2020 · 01:26
14 C
Firenze

Boateng: “Prendo la 10, conosco il suo valore. Qui per aiutare i giovani. Chiesa rimarrà qui. Vlahovic…”

Il neo acquisto viola Kevin Prince Boateng ha parlato in sala stampa. Queste le sue parole alla presentazione:

“Voglio aiutare ed essere esempio per i giovani, ho tanta motivazione per giocare bene anche perché i miei figli mi guardano… Ai tifosi cosa dico? A Sassuolo ho giocato bene e mi sentivo alla grande e ringrazio Pradè, Commisso e Barone. A Barcellona ho giocato poco ma è stata una bellissima esperienza. Montella ha fiducia in me e voglio fare divertire i tifosi e la squadra penso che l’anno scorso non si sia divertita… Progetto? Si, una squadra con base giovane per crescere, stare insieme e vincere qualcosa un giorno. I tifosi? Ho sempre un po’ di dubbi perché ho cambiato molte squadre ma li ringrazio perché mi hanno aperto le braccia subito. La mia relazione con Melissa? Avevo interessamenti in Germania ma Barone Pradè e Commisso mi hanno convinto, ho scelto anche per Melissa e mio figlio perché amo l’Italia e poi qui si mangia bene (ride ndr). Chiesa? Mi ha dato subito il benvenuto e tutti mi dicevano che erano forte, in allenamento ve lo confermo: se ha la testa giusta non lo ferma nessuno, sono felice che rimanga qua non vedo l’ora di giocarci insieme, abbiamo una grande intesa. Numero di maglia? Prendo la 10, è un numero importantissimo qui e l’ho scelto soprattutto per i tifosi: voglio fare grandi cose, sono pronto per le responsabilità. Cosa mi ha dato Barcellona? Mi hanno dato tanto, aver avuto la possibilità di allenarmi con Messi è stato importante. Cose positive che mi rimarranno dentro, voglio lavorare ancora e li tutti vogliono arrivare a livelli altissimi. Cattiveria e malizia? Ho personalità. Voglio sgravare responsabilità agli altri, non penso al passato ma penso solo al presente e al futuro, vogliamo fare bene. La mia presa di posizione sul razzismo? Dall’episodio di Busto Arsizio non ho visto miglioramenti da nessuna parte. Spero di essere un simbolo per andargli contro con forza, giornalisti compresi. Vlahovic? Fortissimo. Ha dei colpi da giocatore importante, grande fisicità. Mi ricorda Ibrahimovic per certi versi, lo voglio indirizzare bene. Lui ancora non ci crede così tanto e lo voglio aiutare. Lirola? Pol ha avuto una grande crescita a Sassuolo, uno dei terzini più bravi in Serie A: 6 assist e 2 gol non sono pochi. Un elemento importante. Se risceglierei Barcellona? Non gli si può dire di no sebbene forse ci penserei un po’ di più… Da giovane con i soldi mi sono divertito molto ma adesso sono un professionista”. 

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

Pedullà: “Sarri alla Fiorentina dipende dalla Juventus, difficile che accetti se si arriva a dicembre”

Nel corso della trasmissione Calcio e Mercato ha parlato della situazione di Sarri alla Fiorentina il noto esperto di mercato Alfredo Pedullà, queste le...

Brovarone: “Errore confermare Iachini. Programmazione in atto. Ecco tre acquisti che avrei fatto”

Abbiamo sentito in esclusiva il noto intermediario di mercato fiorentino Bernardo Brovarone Che idea ti sei fatto rispetto alla situazione attuale in casa Fiorentina con...

CALENDARIO